Esclusiva Tutto Calcio Femminile

La crescita del calcio femminile lo ha incuriosito. E, strada facendo, lo ha conquistato. Roberto Civitarese, uno dei mental-coach più apprezzati in Italia, ha così deciso di aprirsi a questo nuovo mondo. Anche a livello professionale.

Un passo indietro. Roberto Civitarese ha sempre amato il pallone anche se la sua esperienza da protagonista attivo si è limitata a un percorso nel mondo arbitrale. Poi un periodo da dirigente accompagnatore nel Piacenza di Garilli. Dove, tra l’altro, ha incrociato un giovane Nainggolan. Al ruolo di mental-coach ci è arrivato dopo un periodo di lavoro in un istituto di credito e dopo aver seguito un corso di neuroscienza. . Ed è iniziata una nuova storia. E ora sono arrivate anche le calciatrici.

Un testo che poi, ho scoperto aveva incuriosito molto mamme, mogli e fidanzate di calciatori. Le donne sono più sensibili a certe tematiche.
Che mondo è il calcio donne?
E’ eleganza. E’ femminilità. E’ la passione allo stato puro. Nelle donne comanda il gruppo, c’è la gioia di vivere insieme uno sport che si ama. Senza secondi fini, senza parlare di complotti se un arbitro sbaglia. E’ normale che sia cresciuto l’interesse da parte dei tifosi proprio perché si va allo stadio con la gioia di veder giocare a calcio.
Come è il rapporto con i genitori?
Nel calcio maschile spesso mi confrontavo più con i papà che con i ragazzi. Tra le donne i genitori hanno un ruolo assolutamente marginale.

Lo stato d’animo più ricorrente tra le calciatrici?
In comune con i maschi hanno il desiderio di fare bene, di vincere la partita. Diverso il modo con cui vivono la pressione. I maschi la subiscono. A volte ne sono impauriti. Le ragazze la combattono.

Com’è il rapporto con le ragazze con le quali collabora?

E’ diverso il modo con cui pongono le domande rispetto ai ragazzi. Sono più curiose. Vanno più in profondità. E verificano quello che gli dici nel loro vivere quotidiano. Devo dire che è un rapporto dal mio punto di vista molto stimolante

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *