Allegri: fuga dai social o da altro?

L’allenatore della Juventus, Massimiliano Allegri, in queste ultime ore è al centro dell’attenzione dei mass-media. Il motivo? Si è reso protagonista di una inspiegabile fuga dai social network.
Mister Allegri ci aveva abituati, soprattutto in occasione dei post gara quando era solito “cinguettare” su Twitter, con commenti e considerazioni a caldo in merito alle vittorie della Juventus. Ecco perché questa decisione inattesa, questo atteggiamento anomalo, merita da parte mia una riflessione che voglio condividere.

Partiamo dalla situazione attuale che sta vivendo Max Allegri insieme alla sua squadra…
La recente eliminazione della Juventus dalla Coppa Italia e la sconfitta nei primi 90 minuti contro l’Atletico Madrid, nella sfida degli ottavi di Champions League, pare abbiano minato le certezze sia dell’allenatore che del gruppo.

Mister Allegri si è trovato di fronte, credo per la prima volta da quando siede sulla panchina bianconera, a dover “commentare” due sconfitte, che potrebbero compromettere e determinare la stagione, anziché i successi ai quali ci eravamo abituati.

Ovviamente questa situazione ha portato alle classiche conseguenze: ciclo finito, toto-allenatore del futuro e l’ombra di Zidane che si fa sempre più minacciosa.

Ora mettiamoci per un attimo nei panni di Allegri, o meglio nella sua testa. Quali sono i pensieri che potremmo alimentare? Come uscire da questa situazione? Quali sono le scelte più corrette da fare?

È bene sapere che quando ci troviamo di fronte ad eventi o scelte determinanti per il nostro futuro ciascuno di noi utilizza un “modello di pensiero” che, per chi conosce la PNL (Programmazione Neuro Linguistica), vengono definiti: metaprogrammi.

I metaprogrammi sono dei modelli mentali che abbiamo dentro di noi, coi quali organizziamo e classifichiamo le nostre esperienze e coi quali prendiamo le decisioni.

Nella fattispecie parliamo del metaprogramma “verso” o “lontano da”, ma di cosa si tratta e qual è la distinzione tra i due?

Il metaprogramma “verso” mi porta ad agire verso, ovvero nella direzione di un obiettivo specifico e predeterminato. Di conseguenza mi spinge a trovare tutte le risorse necessarie per raggiungere ciò che desidero con tutto me stesso. Ovviamente al contrario, il metaprogramma “lontano da” mi porta a fuggire dalle situazioni indesiderate e negative facendomi focalizzare su ciò che mi provoca dolore e sofferenza, provocandomi uno stato d’animo fortemente negativo.

La fuga di Allegri dai social da proprio questo segnale ovvero porre l’accento su cose negative, che non funzionano, piuttosto che cercare le soluzioni su come invertire la rotta e soprattutto vincere. Un approccio sicuramente non positivo in un momento cosi delicato come quello che sta attraversando la Juventus, al di là delle dichiarazioni di rito.

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *