Napoli – Arsenal: la rimonta “si può fare”

“La rimonta è possibile”. Tutti d’accordo, l’impresa al San Paolo si può fare. Si sono schierati in tanti a supporto degli azzurri di mister Ancelotti, dagli ex Ferrara, Filardi e Di Fusco, passando per Antonio Cassano, concludendo con il sindaco di Napoli De Magistriis, anche lui crede che sia possibile rimontare il 2-0 subìto all’andata in casa dell’ Arsenal.

Ci crede anche Carlo Ancelotti, che con la sua calma serafica, già nel post-partita di andata aveva evidenziato come ci fosse ancora il “secondo tempo da giocare tra le mura amiche”.

Sicuramente la squadra dovrà prendere esempio dal proprio allenatore, “Leader calmo” (come titola anche uno dei suoi libri) e lucido anche nelle situazioni più complesse, la perfetta gestione delle emozioni e del proprio stato d’animo sarà una componente determinante per il raggiungimento dell’obiettivo prefissato. Avete visto che è successo alla Juve nella gara di ritorno contro l’Ajax, dove l’ossessione del risultato si sono trasformati in frenesia e annebbiamento generale?

Per questo, la voglia di realizzare qualcosa di straordinario, di provare emozioni fantastiche e di condividerle col proprio pubblico, dovrà essere accompagnata dalla serenità e dalla tranquillità. Elementi imprescindibili e sempre presenti in chi è consapevole del proprio valore e dei propri punti di forza, a prescindere dalla storia passata o recente, che dice che il Napoli parte da un 2-0 ma anche e soprattutto che al San Paolo ha sempre saputo dare il meglio di sé, soprattutto contro le squadre inglesi. Nel tunnel d’ingresso al terreno di gioco e negli occhi dei giocatori dovranno infatti risplendere gli scalpi di Chelsea, Manchester City e Liverpool squadre cadute, anche fragorosamente, ai piedi del Vesuvio.

E poi ci sarà anche il pubblico, a Napoli più che mai, dodicesimo uomo in campo, che spingerà i propri beniamini a dare quel qualcosa in più che è sempre necessario per chi ambisce a raggiungere grandi traguardi.

E anche se, per questa volta non si sentirà l’urlo “The Champions” che viene registrato anche dai sismografi, sono certo che tutto il popolo partenopeo urlerà “Si può fare!

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *