5 cose da fare se si inceppa il bomber

Quello dell’attaccante è certamente uno dei ruoli più importanti nel gioco del calcio in quanto determinante per l’esito di una partita. A inizio stagione si creano inevitabilmente moltissime aspettative sul numero di goal che il bomber potrà realizzare nel corso del campionato ed è anche per questo motivo che il prezzo del cartellino può raggiungere valori stratosferici.

A volte però le cose vanno in modo diverso. Le aspettative si trasformano in delusioni e l’affetto per il nostro “attaccante del cuore” lascia lo spazio ai rimpianti e alle critiche.

Anche in questo caso la prima cosa che si tenta di fare è capire cosa abbia inceppato la macchina da goal che tutti si aspettavano e si va a tentativi, ipotizzando possibili cause. È capitato a tutti in passato di leggere dichiarazioni di questo tipo: 

– “Prandelli: “Crisi Balotelli? Probabilmente al primo posto nella sua testa non c’è più il calcio” 

– “De Laurentiis: “Higuain non segna? Colpa del peso”

– “Morata, infortuni e non solo, ecco perché non segna più”

– “Icardi non segna più. 5 motivi per cui Maurito si è inceppato”

Ovviamente è difficile stabilire se queste dichiarazioni rispecchino i veri motivi dell’astinenza da goal, per farlo occorrerebbe conoscere le diverse situazioni in modo più approfondito. La cosa che notiamo è che spesso le cause dell’inceppamento hanno più a che fare con questioni emotive che fisiche o tecniche.

LEGGI ANCHE: 3 COSE DA FARE PER RIALZARSI DA UNA BRUTTA CADUTA

Nella mia attività di Mental Coach dei Calciatori Professionisti mi è capitato molto spesso di incontrare attaccanti in astinenza da goal e posso assolutamente confermare che le cause non erano mai di natura fisico-tecnica, anche perché si sarebbero rivolti a figure professionali più adatte della mia per ritrovare la via del goal. A questo punto la domanda da farsi è: cosa accade nella testa dei calciatori che non fanno più goal e com’ è possibile tornare a segnare con continuità?

Quando un attaccante attraversa un periodo negativo, ovvero diverse partite senza fare goal, comincia a pensare che stia attraversando un momento no, che è particolarmente sfortunato sotto porta, che sapeva che prima o poi ci sarebbe stato un calo e via discorrendo. La ripetizione di determinate affermazioni contribuisce a rafforzare le convinzioni che abbiamo creato nella nostra mente riguardo ad una situazione specifica. In questo caso la ripetizione di affermazioni riguardanti l’astinenza da goal e le motivazioni ad esso ipoteticamente collegate contribuisce proprio a rafforzare l’idea che siamo entrati in un momento di crisi ed è proprio per questo che sembra non esserci soluzione.

Cosa fare quindi per sbloccarsi, almeno a livello mentale?

Primo consiglio: comincia a pensare ai goal che hai realizzato, alle sensazioni che hai provato in quel momento, quando vedevi la palla entrare in rete. Prendi consapevolezza che eri proprio tu quel giocatore che determinava le partite a suon di gol. Pensa alle cose positive e abbandona i “cattivi pensieri”.

Secondo consiglio: concentrati e pensa spesso alla soluzione e non al problema. Se è vero che a tutto c’è una soluzione ci sarà anche alla tua astinenza da goal, devi solo trovarla e per trovarla occorre che ti metta immediatamente in ricerca. Pensa costantemente a cosa serve per tornare a fare esattamente quello che ti riusciva naturale fino a poco tempo fa. Quello che ti dava il senso della vera realizzazione, della vera gioia.

Terzo consiglio: fai attenzione a cosa dici quando parli a te stesso. Utilizza un linguaggio positivo e potenziante, che ti porta all’azione. Soprattutto dai valore alle affermazioni che riguardano la tua identità a chi sei e a cosa desideri realmente ottenere.

Quarto consiglio: fissa degli obiettivi chiari e definiti. Devono essere motivanti e raggiungibili e soprattutto devono rappresentare la svolta della tua stagione.

Quinto consiglio: datti un tempo per agire abbandonando le scuse che ti fanno rimandare di giorno in giorno. Il momento è ora!

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *